fbpx

Agritalia ha iniziato la raccolta dei suoi Cocomeri

Agritalia ha iniziato la raccolta dei suoi Cocomeri

Ormai ci siamo.

Tra poco, i cocomeri dumara di Agritalia Coop verranno raccolti e trasportati verso le più importanti capitali europee.

Quest’anno la coltivazione è andata particolarmente bene e contiamo di aumentare ulteriormente la nostra produzione senza, ovviamente, rinunciare alla qualità che da sempre contraddistingue i nostri prodotti.

Come si riconosce un cocomero di buona qualità?

cocomero

Agritalia Coop è un’azienda dell’Agro Pontino specializzata nella coltivazione di cocomero dumara, cavolo rapa, ravanelli rossi e lattuga.

Un cocomero di buona qualità si riconosce dalla buccia, che dev’essere di un bel verde scuro lucido, con delle venature chiare ben distinte. La parte leggermente piatta dev’essere di un giallo intenso o di un verde chiaro. Se è tendente al bianco, significa che il frutto non è maturo.

L’anguria della variante dumara può raggiungere un peso considerevole, che spesso arriva a superare i 10kg. Ha una forma allungata ed un sapore zuccherino. Quando tagliate il frutto, controllare che la polpa sia succosa e non presenti segni di spaccature, che potrebbero indicare un’irrigazione irregolare e non corretta (parliamo di spaccature profonde e ben marcate, delle piccole crepe sono perfettamente normali).

Questa pianta ha bisogno di molta acqua e andrebbe coltivata su di un terreno costantemente umido. Attenzione, però: un’irrigazione eccessiva potrebbe danneggiare i tessuti cellulari, creando le spaccature e diluendo il sapore zuccherino della polpa.

Lo staff di Agritalia, alcuni giorni prima del raccolto, smette di irrigare i cocomeri, così da renderli più dolci e prevenire la “rottura” dei tessuti interni.

Vogliamo precisare che l’anguria con polpa crepata non è pericolosa è, nella maggior parte dei casi può comunque essere consumata normalmente. Solo, non aspettatevi che abbia lo stesso sapore di un “frutto sano”.

Come ottenere un raccolto di cocomero della migliore qualità

Oltre all’irrigazione, i fattori a cui bisogna prestare attenzione per ottenere un raccolto di cocomero abbondante e di buona qualità, sono:

Le temperature

Nel caso in cui la temperatura dovesse scendere al di sotto dei 15 gradi, dovrete proteggere le piante con dei teli, possibilmente realizzati con materiali biodegradabili.

Muffe e funghi

Avendo bisogno di molta acqua, l’anguria è particolarmente suscettibile alla muffa. Noi di Agritalia Coop consigliamo l’utilizzo di un fungicida naturale o di sostanze a base di bicarbonatio di sodio.

Tempo di raccolta

Se aspettate troppo per procedere con il raccolto, il frutto potrebbe marcire, rendendone impossibile la vendita. Prestate attenzione alla dimensione dell’anguria, al colore della buccia e ricordate che questa pianta ha un ciclo colturale di circa 4 mesi.

Per ulteriori informazioni sul raccolto dei cocomeri, non esitate a contattarci, saremo lieti di rispondere alle vostra domande.

Aggiungi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *