Biologico e Organico, quali sono le differenze?

Biologico e Organico, quali sono le differenze?

 

L’errore più grande che possiamo compiere è credere che biologico e organico siano sinonimi. Niente di più sbagliato.

Si tratta di una svista piuttosto comune, ma è bene conoscere il reale significato di entrambe le parole per evitare di venir ingannati dalla comunicazione fuorviante di aziende e prodotti.

 

Organico NON vuol dire Biologico

Prima di tutto, ecco una nozione base che noi tutti dovremmo sempre tenere a mente: “Organico NON vuol dire Biologico”. Il fatto che un prodotto sia presentato al consumatore con la scritta “Organico” in bella vista e lettere scintillanti, non vuol dire che sia stato coltivato senza l’uso di sostanze chimiche aggressive come diserbanti, pesticidi e additivi.

L’errore, piuttosto comune come abbiamo detto, nasce dalla parola corrispettiva inglese di “biologico”, e cioè “organic”. L’assonanza di “Organic” con “organico” ha fatto in modo che i due termini nel nostro paese assumessero lo stesso significato.

Ma allora cosa vuol dire realmente “organico”?

Il termine indica prodotti che non vengono lavorati a livello industriale, quali frutta, verdura, carne e pesce, ma questo non basta a rendere un prodotto meritevole della dicitura “Biologico”.

Certo, questo non vuol dire che se un prodotto viene diffuso con la dicitura “organico” allora e necessariamente stato coltivato con metodi tradizionali, ma poiché il termine “biologico” ha un valore maggiore, è sempre quest’ultimo a venir valorizzato nel packaging e nella comunicazione pubblicitaria.

 

Biologico e Organico, la salute sempre al primo posto

La certificazione italiana viene sempre affidata con la massima cautela e solo dopo controlli estremamente rigidi.

Per questo motivo le aziende che riescono ad ottenere questa certificazione ne fanno grande vanto e, allo stesso modo, i competitors che invece non riescono a superare i controlli cercano metodi alternativi per promuoversi.

Se doveste avere dubbi sulla reale natura di quello che state per comprare, ricordate sempre che potete controllare l’etichetta. Un prodotto biologico presenterà il classico marchio a forma di foglia che ne attesterà la vera natura e la provenienza dai paesi dell’unione europea.

Aggiungi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *