Coltivare i ravanelli in seme ed in vaso, vediamo le differenze

Coltivare i ravanelli in seme ed in vaso, vediamo le differenze

All’interno delle grandi coltivazioni, la produzione del ravanello avviene tramite la semina con le macchine apposite. Il nostro staff esegue regolari operazioni di scerbatura e sarchiatura per rimuovere la malerba, facilitare la crescita dell’ortaggio e arieggiare il terreno di coltivazione. Perché la pianta riceva la giusta quantità di energia solare, sfoltiamo le foglie in eccesso e irrighiamo in base alle condizioni meteorologiche.

Essendo la nostra una grande azienda produttrice di prodotti agricoli, proprietaria di oltre 200 ettari di terreno, per le nostre coltivazioni facciamo uso di macchinari di ultima generazione, che ci permettono di tenere sotto stretto controllo ogni “angolo” delle nostre coltivazioni. Per la nostra produzione, coltivare i ravanelli in seme è stata l’unica scelta possibile, ma per contesti più “limitati”, è possibile optare anche per la crescita in vaso.

Questa riduce (ma non esclude completamente) la possibilità di contrarre infestanti e semplifica notevolmente tutte le operazioni che favoriscono la crescita del ravanello.

Coltivare i ravanelli in vaso: tutti i passaggi

La coltivazione dei ravanelli in vaso può essere svolta durante tutto l‘anno, purché le piante vengano mantenute in ambiente protetto e ricevano il giusto apporto di sole.

Per garantire la loro crescita è opportuno scegliere dei vasi (o contenitori di altro tipo) con una profondità di almeno venti centimetri e lasciate tre centimetri di distanza da una pianta all’altra.

Per i vostri vasi di ravanelli scegliete posizioni ben illuminate ma non in pieno sole. Diradate le foglie con regolarità non appena queste iniziano a crescere e raccogliete l’ortaggio dopo 4 – 6 settimane dalla “semina” (la pianta sarà pronta per la raccolta quando parte della radice emergerà dal terreno).

Subito dopo il raccolto sarà possibile piantare un nuovo seme (a non più di pochi millimetri di profondità). Per garantire una corretta crescita alle piante, ricordate di arricchire il terriccio con del concime naturale e innaffiate il tutto utilizzando uno spruzzino od un nebulizzatore.

come-fare-un-orto-in-casa-materiale-attrezzi-piante-da copia

Se dovete scegliere tra coltivare i ravanelli in seme ed in vaso, tenete sempre bene a mente lo spazio di cui disponete.

La coltivazione in seme

Coltivare i ravanelli in seme è un’attività che diventa sempre più complessa man mano che aumenta l’area destinata alla produzione. Per quanto concerne la coltivazione in giardino, l’unico pericolo per le vostre piante saranno le erbacce e le pulci da terra.

Con l’aumentare delle coltivazioni, i produttori dovranno fare i conti con i coleotteri e le malattie fungine. Per la difesa delle piante consigliamo caldamente il piretro, un insetticida naturale permesso anche nelle coltivazioni biologiche.

Agritalia coltiva i ravanelli in seme fin dalla sua fondazione ed è esperta nella produzione di questo straordinario ortaggio.

Nel caso abbiate domande in merito ai processi di coltivazione, non esitate a chiedere.

contatti

Aggiungi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *