Proprietà dell’anguria, il frutto con cui affrontare l’Estate

Proprietà dell’anguria, il frutto con cui affrontare l’Estate

Ormai ci siamo.

Entro breve le nostre angurie inizieranno ad invadere i supermercati di tutta Italia (e oltre) grazie alla loro polpa gustosa e al sapore fresco e rigenerante.

Del resto, ormai è una tradizione. Quando le giornate si fanno più lunghe e il caldo inizia a fasi sentire, è inevitabile sentire il desiderio di sdraiarsi in riva al mare con una fetta del prelibato frutto in mano.

Ma del resto, l’anguria è uno dei frutti più rinfrescanti, dissetanti e gustosi che avremo modo di assaggiare durante la bella stagione, ed oltre tutto questo, questo frutto presenta anche diverse proprietà benefiche che lo rendono perfetto per combattere la spossatezza e l’abbassamento di pressione tipici dell’Estate.

 

Le proprietà dell’anguria, vitamine e benefici

Cominciamo subito dalle proprietà più conosciute: L’anguria è composta dal 92% di acqua e per la sua bassa quantità di sodio può aiutarci a combattere l’alta pressione tipica delle giornate più afose.

Magnesio e vitamina B6, inoltre, riattivano la funzione cellulare nel nostro corpo permettendoci di superare la spossatezza e riacquistare una generale sensazione di benessere.

Possiamo anche citare come l’anguria stimoli la produzione di serotonina nel nostro corpo. Mangiare una o due fette di questo fantastico frutto prima di andare a dormire favorisce una miglior qualità del sonno e ci aiuta a combattere la calura delle ore serali.

Infine, per la sua alta quantità di ferro e vitamine è uno dei frutti più indicati per chi soffre di anemia, in quanto funge da ottimo ricostituente.

Vi abbiamo convinti?

Volendo, delle proprietà dell’anguria potremmo parlare per ore (o pagine, in questo caso), ma ora vorrei concentrarmi su come scegliere il frutto migliore per sfruttare appieno tutte le caratteristiche dell’anguria.

 

Le proprietà dell’anguria: come scegliere il frutto

Perché un’anguria possa mantenere intatte tutte le sue qualità benefiche, è necessario che il frutto sia giunto a maturazione. Se dal picciolo esce del succo, ad esempio, significa che il frutto è perfettamente maturo e avrà un sapore zuccherino. Altrimenti si può ricorrere alla classica “bussata” e ascoltare se il suono emesso è sordo e profondo.

Nel dubbio, noi di Agri Italia ci assicuriamo di presentare i nostri prodotti sempre al perfetto grado di maturazione, così che chiunque si affidi a noi sa di scegliere sempre il meglio.

 

Aggiungi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *