Stanchezza del terreno, vediamo come combattere il deterioramento agricolo del territorio

Stanchezza del terreno, vediamo come combattere il deterioramento agricolo del territorio

La stanchezza del terreno (definita anche perdita di fertilità) è un fenomeno sempre più diffuso che colpisce sia i terreni destinati all’agricoltura industriale, che i piccoli orti di casa.

Le cause principali di questa problematica sono tre: riduzione degli elementi nutritivi, presenza di essudati radicali nel terreno e diffusione di parassiti che colpiscono particolari tipologie di colture.

Nell’ambito dell’agricoltura contemporanea industriale, si fa un uso massiccio di concimazioni che restituiscono al terreno i macro elementi necessari alla coltivazione. Queste sostanze possono essere descritte come i nutrienti principali che permettono una crescita sana della pianta, e vengono costantemente monitorati affinché la produzione possa continuare anche subito dopo la fase di raccolta.

I micro elementi, d’altro canto, non vengono monitorati con la stessa attenzione e, nell’ambito dei terreni destinati alle coltivazioni intensive, possono ridursi drasticamente causando sintomi riconducibili alla carenza nutritiva degli ortaggi ed una forte diminuzione delle produzioni agricole.

Le sostanze allelopatiche ed il loro ruolo nella stanchezza del terreno

Sviluppandosi, le radici delle piante mutano il terreno coltivato attraverso sostanze che ostacolano la crescita di individui che appartengono alla loro stessa specie. Queste sostanze, dette allelopatiche, possono resistere nel terreno anche per diversi mesi e tendono ad accumularsi in caso si cerchi di forzare la produzione degli stessi prodotti agricoli.

Le sostanze allopatiche sono considerate tra le principali cause della stanchezza del terreno e possono essere contrastate in due modi:

spargendo prodotti chimici pensati specificatamente per contrastare queste sostanze.

Diversificando le colture, così che le sostanze possano disperdersi senza che l’agricoltore debba interrompere la produzione.

Nel caso si scelga di utilizzare prodotti chimici, questi devono essere monitorati con attenzione, così che non vadano a guastare i generi alimentari coltivati. La diversificazione delle colture, al contrario, rappresenta il metodo più sicuro per combattere la stanchezza del terreno e ridurre naturalmente le sostanze allelopatiche che possono ostacolare la produzione.

Per un prodotto sicuro ed abbondante, affidatevi ad Agritalia

Agritalia coltiva i suoi prodotti attraverso tecniche di agricoltura integrata finalizzate a combattere la stanchezza del terreno in modo del tutto naturale.

Le nostre produzioni di ravanelli rossi, lattuga cappuccina, lollo verde e cavolo rapa sono abbondanti e sicure, certificate dalle più prestigiose organizzazioni europee.

Per ulteriori informazioni in merito alle nostre coltivazioni, come sempre, vi invitiamo a contattarci.

contatti

Aggiungi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *